Sul periodico “Il Melograno” n°42, BCC Oglio e Serio, Bergamo (giugno 2019)

“Le forme che tutti conosciamo non mi interessano: è dopo l’illusione, dopo la materia, oltre lo specchio la verità. Se ti specchi nello specchio vedi il tuo volto. Se ti specchi nel tuo volto vedi i tuoi occhi. Se ti specchi nei tuoi occhi scopri il tuo vero sé. È là che inizia il percorso. Io ritraggo ciò che sento, ciò che vedo in ciò che sento, quando osservo le cose, quando le penetro, perché voglio che l’arte sia conoscenza dell’invisibile, perché desidero che si spalanchino gli occhi del cuore, ch’io possa entrare in comunione con la realtà immateriale, essenziale. Una forma diversa non è una deformità. Una forma diversa è una forma che non conoscevi. E ti chiama, oltre lo specchio. Essa ti invita ad uscire dall’immensa eggregora del pensiero unico.” Andrea Bassani

Rivista d’Arte NOVA Anno XVIII n. 71 AUTUNNO-INVERNO 2018

“Molte chiacchiere” di Andrea Bassani. Ink on paper, 36×50 cm, 2018

“Tibet” di Andrea Bassani in copertina della silloge “Interstizi” di Diego Baldassarre (Montedit Edizioni, 2018)

Tibet di Andrea Bassani in copertina della silloge Interstizi di Diego Baldassarre (Montedit Edizioni,2018)
“Tibet” (Ink on paper, 36×50 cm) di Andrea Bassani in copertina della silloge “Interstizi” di Diego Baldassarre (Montedit Edizioni, 2018)

“La morte dà i suoi frutti” di Andrea Bassani in copertina de “La castità” di Andrea Bassani, Ensemble Editore, settembre 2018

La castità. Andrea Bassani, Ensemble editore, 2018
“La morte dà i suoi frutti” di Andrea Bassani  (Ink on paper, 36×50 cm, 2017) in copertina de “La castità” di Andrea Bassani, Ensemble Editore, settembre 2018

Catalogo d’Arte ANDREA BASSANI (inglese – italiano). A cura di Gabriella Grande. Traduzione di Martina Bassani. Luglio 2018.

Catalogo d’Arte ANDREA BASSANI (inglese – italiano). A cura di Gabriella Grande. Traduzione di Martina Bassani. Luglio 2018. 58 opere e apparati critici con note di: Bernard Tiburce (Centre Pompidou, Parigi), Prof. Gian Ruggero Manzoni (poeta, pittore e critico d’arte), Prof. Clemente Francavilla (Docente di Teoria della Percezione visiva e Psicologia della forma dell’Accademia di Belle Arti di Bari), Dott. Silvio Maselli (Assessore alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma della città di Bari), Gabriella Grande (poetessa, critico d’arte, Art curator).